Fango biliare: sintomi e complicanze

Comment

Calcoli colecisti

Fango biliare: sintomi e complicanze

Il colesterolo presente in eccesso nella bile può causare la formazione di fango biliare, ossia di una miscela di materiale particolato che va ad accumularsi nella colecisti. La comparsa di fango biliare (noto anche con il nome di sabbia biliare o sludge biliare) si deve dunque all’elevata concentrazione di colesterolo nella bile, con conseguente meccanismo di precipitazione in quanto non risulta essere abbastanza solubile. Questa manifestazione compare quando la cistifellea non riesce a svuotare completamente la bile nell’intestino e come conseguenza diretta il colesterolo ed i sali di calcio si aggregano rendendo la bile più densa. I soggetti colpiti da sludge biliare generalmente non vanno incontro a seri problemi di salute, ma possono risentire di una fase digestiva lenta e laboriosa con disturbi caratteristici . Per approfondimenti si rimanda alla lettura di: https://www.pazienti.it/contenuti/malattie/fango-biliare.

Le possibili complicazioni

fango biliare

fango biliare

Nella maggioranza dei casi, il fango biliare non provoca nei soggetti alcun sintomo, e la sua comparsa può essere intervallata, per palesarsi con possibili segni intermittenti. Quando il soggetto avverte disturbi di solito il sintomo più caratteristico è il dolore nella zona addominale, a cui spesso si associa nausea e vomito biliare, quest’ultima manifestazione tende a comparire quando le particelle finiscono per ostruire i dotti posizionati tra la cistifellea e l’intestino. Talvolta il fango biliare risulta essere connesso con particolari condizioni come ad esempio il digiuno protratto nel tempo, la rapida perdita di peso, l’assunzione di farmaci specifici, la gravidanza, il trapianto di midollo osseo o di organi. Il fango biliare può andare incontro ad un decorso negativo con ingrandimento delle particelle che possono scatenare la formazione di calcoli biliari, ma si possono registrare anche casi di litiasi, colelitiasi, calcoli cistifellea, calcoli al fegato. In alcuni casi il fango biliare può arrecare al paziente delle complicazioni più severe attivando condizioni patologiche quali: colecisti infiammata, infiammazione del pancreas, pancreatite acuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.