Sindrome di Zollinger-Ellison quadro patologico

Comment

Altri articoli

Sindrome di Zollinger-Ellison quadro patologico

Dal punto di vista clinico la sindrome di Zollinger-Ellison (ZES) viene identificata raramente come una malattia isolata oppure associata a neoplasia endocrina multipla 1 (MEN1) a trasmissione autosomica dominante. La MEN1 è dovuta a mutazioni del gene MEN1 (11q13) che codifica per la menina, una specifica proteina che guida l’attività di alcuni fattori di trascrizione. Questa condizione patologica ha le caratteristiche di una malattia peptica con ipergastrinemia secondaria a gastrinoma da aumento di secrezione degli acidi gastrici. A connotare la sindrome di Zollinger-Ellison è la presenza di gastrinomi a livello del pancreas o del duodeno. Il gastrinoma è un tumore, quasi sempre maligno, che secerne gastrina, ciò provoca alti livelli dell’ormone a livello ematico con conseguente aumento della secrerzione acida dello stomaco con comparsa di ricorrenti ulcere peptiche. I gastrinomi hanno diversa localizzazione, interessando sedi quali: duodeno, pancreas, linfonodi addominali, sedi ectopiche (cuore, ovaio, fegato). I sintomi più frequenti della sindrome di Zollinger-Ellison sono rappresentati da: dolori nella parte superiore dell’addome, diarrea, bruciori gastrici, nausea, vomito, iperdita di peso, malassorbimento intestinale. Per altre informazioni si rimanda a https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/sindrome-di-zollinger.html.

Iter diagnostico

sindrome di Zollinger-Ellison

sindrome di Zollinger-Ellison

Per trattare la sindrome di Zollinger-Ellison è necessario formulare una diagnosi precoce, se diagnosticata in ritardo è difficile risolvere il quadro clinico con successo. Non è semplice formulare un rapido inquadramento diagnostico, si seguono diversi esami a partire dalla valutazione dei sintomi edall’analisi della storia clinica e familiare del paziente. Si procede poi con gli esami del sangue per rilevare i livelli di gastrina nel sangue (gastrinemia) ed indagare i motivi della gastrinemia alta. Si esegue la misurazione della cromogranina A, un marker dei tumori neuroendocrini, che supporta la diagnosi. Può essere prescritto il test di stimolazione con secretina, un ormone peptidico secreto fisiologicamente per ridurre l’alta acidità gastrica, l’iniezione endovenosa di secretina in caso di sindrome di Zollinger-Ellison causa un brusco aumento dei livelli di gastrina nel sangue. Per un approfondimento diagnostico possono venir prescritte altre indagini, tra cui l’ecografia endoscopica per esaminare lo stomaco ed il duodeno e per prelevare un campione per la biopsia. Può essere utile talvolta effettuare un’endoscopia gastrointestinale superiore per analizzare l’interno dello stomaco e del duodeno, ed eventualmente prelevare un campione di cellule per la biopsia. Il paziente in cui si sospetta la sindrome di Zollinger-Ellison può essere sottoposto inoltre a: TAC (tomografia assiale computerizzata), RMN (risonanza magnetica nucleare), scintigrafia per i recettori della somatostatina (SRS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.