Categoria articoli: Altri articoli

Colangiocarcinoma extraepatico ilare o tumore di Klatskin: sintomi e cura

Colangiocarcinoma extraepatico ilare o tumore di Klatskin: sintomi e cura Il tumore maligno dovuto alla trasformazione delle cellule delle vie biliari, in base alla localizzazione anatomica lungo l’albero biliare  viene classificato in intraepatico o periferico se ha origine dentro il fegato, ed in extraepatico se sorge dalle vie biliari extraepatiche. Il colangiocarcinoma extraepatico si distingue […]
Continua..

Pubblicità

Operazione di gastrectomia

Operazione di gastrectomia In alcuni casi è necessario sottoporre i soggetti ad un intervento chirurgico di rimozione dello stomaco o di una sua parte, si ricorre ad un’operazione di gastrectomia, una valida opzione terapeutica in caso di tumore maligno allo stomaco o di tumori benigni. In caso di tumori maligni allo stomaco è difficile intervenire […]
Continua..

Pubblicità

Vomito biliare: da cosa dipende

Vomito biliare: da cosa dipende Diversi fattori possono scatenare come manifestazione il vomito biliare, caratterizzato da un particolare colore giallastro che può virare al verde scuro, una condizione dovuta al tempo di ristagno della bile nello stomaco. Oltre al colore anche l’acidità contraddistingue questo materiale emesso che prevede la concentrazione di bile e contenuto gastrico. […]
Continua..

Pubblicità

Sindrome di Zollinger-Ellison quadro patologico

Sindrome di Zollinger-Ellison quadro patologico Dal punto di vista clinico la sindrome di Zollinger-Ellison (ZES) viene identificata raramente come una malattia isolata oppure associata a neoplasia endocrina multipla 1 (MEN1) a trasmissione autosomica dominante. La MEN1 è dovuta a mutazioni del gene MEN1 (11q13) che codifica per la menina, una specifica proteina che guida l’attività […]
Continua..

Pubblicità

Colicine: batteriofagi non completamente sviluppati

Colicine: batteriofagi non completamente sviluppati Delle particolari sostanze proteiche di natura battericida come le colicine sono prodotte da alcuni ceppi batterici appartenenti alla famiglia Enterobatteriacee.  Si tratta di sostanze che si attivano nei confronti di altri ceppi della stessa famiglia, risentendo della diretta influenza della presenza sulla superficie dei microrganismi sensibili di recettori specifici. Il […]
Continua..

Pubblicità

Il quadro dei disturbi funzionali gastrointestinali

Il quadro dei disturbi funzionali gastrointestinali I soggetti colpiti da disturbi funzionali gastrointestinali (FGID) risentono di un quadro di sintomi variegati, nel quale si associano spesso manifestazioni al decorso cronico o ricorrente a carico dell’apparato gastrointestinale. Tra i principali sintomi dei disturbi gastrointestinali si registrano: alterazioni della motilità intestinale con diarrea, stipsi oppure alvo alterno; […]
Continua..

Pubblicità

Quadro clinico dell’insufficienza surrenalica secondaria

Quadro clinico dell’insufficienza surrenalica secondaria La carenza dell’ormone adrenocortocotropo (ACTH) determina un’ipofunzione surrenalica che causa il quadro clinico dell’insufficienza surrenalica secondaria. Questa condizione patologica è associata al panipopituitarismo ossia alla diminuzione della secrezione di ormoni ipofisari, e può verificarsi come conseguenza di altre patologie quali: tumori pituitari, granulomi, infezioni, traumi che distruggono il tessuto ipofisario. […]
Continua..

Pubblicità


Pubblicità

Formazione di ascessi addominali

Formazione di ascessi addominali La raccolta di pus causata dalla proliferazione di batteri setermina la formazione di ascessi addominali che vengono classificati in intraperitoneali, retroperitoneali o viscerali, in base alla loro sede determinano nei pazienti un dolore continuo, in associazione a febbre, malessere generale, perdita di appetito e calo ponderale. Nella maggior parte dei casi […]
Continua..

Pubblicità

Peritonite forme e diagnosi

Peritonite forme e diagnosi In alcuni casi la colecistite acuta può portare a complicazioni potenzialmente mortali come nel caso della peritonite dovuta alla perforazione della colecisti con diffusione dell’infezione all’interno dell’addome. Questa condizione si manifesta a causa della contaminazione batterica che provoca infiammazione della sierosa ossia del peritoneo che riveste i visceri e la cavità […]
Continua..

Pubblicità